Giovanna Goretti Regazzoni

Psichiatria e psicoanalista, membro con funzioni di training della Società italiana di psicoanalisi e dell’IPA.
E-mail: goretti.regazzoni@libero.it

Psychiatrist, psychoanalyst with training functions of the SPI-IPA.
E-Mail: goretti.regazzoni@libero.it

Tutte le pubblicazioni dell'autore su Funzione Gamma / All publications of the author on Funzione Gamma

Living in a world with or without memory of the future

di | Posted in N.33 - A memoir of the future | Tagged , , , , ,

Abstract The American architect Chipperfield, director of the 13th exhibition of architecture (Venice 2012), in order to correct the extravagant ruptures and homologations which infest contemporary architecture, proposed as “common ground” of the exhibition the triple dimension of continuity, context … Continue reading

Vivere in un mondo con o senza memoria del futuro

di | Posted in N.33 - Memoria del futuro | Tagged , , , , ,

Abstract L’architetto americano Chipperfield, direttore della 13° mostra di architettura (Venezia 2012), a correggere stravaganze rotture e omologazione che infestano l’architettura contemporanea proponeva come “common ground” della mostra la triplice dimensione della continuità, del contesto e della memoria, specificando che … Continue reading

The sheaves. A dream recounted in Group. (From “The Young Joseph” by Thomas Mann. From “Genesis”, Chapter 37, Verses 1-32)

di | Posted in N.9 - Mith, Dream and Group | Tagged , , , ,

Abstract The biblical story of Joseph, intertwined with “the young Joseph” by Thomas Mann and analytical affairs of a patient illustrating the vicissitudes of narcissistic object links within the pervasive and influenced, of projective identification.

Covoni. Un sogno raccontato in gruppo. (Da “Il giovane Giuseppe” di Thomas Mann. Da “Genesi” cap.XXXVII, 1-32.)

di | Posted in N.9 - Mito, Sogno e Gruppo | Tagged , , , ,

Abstract Il racconto biblico di Giuseppe, intrecciato con “il giovane Giuseppe” di Thomas Mann  e le vicende analitiche di un paziente illustrano le vicissitudini narcisistiche all’interno di legami oggettuali e il pervasivo estrinsecarsi dell’identificazione proiettiva.

Studi ed esperienze a partire da Bion. A cura di Stefania Marinelli, di AA.VV

di | Posted in recensioni | Tagged

Second thoughts. Il titolo di uno dei primi folgoranti libri di Bion, quello, per intenderci, che contiene l’articolo che fece scandalo al Panel dell’IPAC di Edimburgo del 1961. Come racconta Paulo Cesar Sandler, descrivendo l’episodio (ma lasciando nell’ombra nome e … Continue reading

Stefania Marinelli (2000). Sentire. Borla, Roma. Relazione per il seminario di presentazione del libro di Stefania Marinelli all’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo

di , | Posted in recensioni | Tagged ,

La mia presentazione è tratta dal lavoro a suo tempo preparato per Koinos,ma vorrei prima usufruire del “felice” intreccio con il lavoro di GiovannaGoretti, riprendendolo quando evidenzia il Sentire in termini gaddiani, come”cognizione del sentire”, e quando specifica nell’operare del … Continue reading