N.15 - Il gruppo degli dei tra psicoterapia di gruppo e antropologia

Candomblé: Un glossario minimo

Alapini: sacerdote supremo del culto di Egengun

Axé: energia sacra, forza vitale che è presente sia negli uomini, sia negli animali, sia nei vegetali.

Babalaò:sacerdote di Ifà, l’orixa della divinazione.

Babalorixà: lo stesso che pãe de santo e cioè leader della comunità religiosa.

Barracão: la stanza dedicata ai riti pubblici.

Bùzio: conchiglie usate per la divinazione.

Caboclo: divinità che rappresenta uno spirito indigeno, rappresentata nel candomblé de caboclo, in quello angolose, nell’umbanda.

Candomblé: religione afro-brasiliana. Letteralmente danza di negro o anche strumento musicale.

Ebo: offerta o sacrificio animale fatto alle divinità.

Figlia/o di santo: sono tutti coloro che hanno compiuto il rito dell’iniziazione.

Ifà: il dio yoruba del destino.

Ialorixà: è la leader della comunità del candomblé e la maggior depositaria di axé. In Brasile si dice più comunemente mãe de santo.

Nago: antica tribù della Nigeria

Olorun: è la divinità suprema creatrice.

Roça: è l’equivalente della parola terreiro. Un luogo all’aperto circondato dagli alberi.

Roda: la ruota formata dalle sacerdotesse che danzano.

Sapucaì: è il nome semplificato del famoso sambodromo “Merquès de Sapucaì”, costruito a Rio de Janeiro nel 1984. Ideato dall’ architetto Oscar Niemeyer, può ospitare fino a 88.500 persone.

Terreiro: l’insieme delle case e degli spazi che formano la casa di candomblé.

Xiré: (Oba Xiré) è il saluto che si rivolge a Obà, Orixà del fiume Niger e terza moglie di Xangô. Obà è una divinità forte, energetica, guerriera, molte volte citata anche come cacciatrice. Sorella di Oya (Iansã).

share

    Comments are closed.