N.26 – Sensorialità, Corporeità, Sessualità nel Gruppo

N.26 - Sensorialità, Corporeità, Sessualità nel Gruppo

Pubblicato nel 2011 – a cura di Silvia Corbella, Stefania Marinelli, Paola Russo. L’impianto geometrico e il linguaggio scritto tendono a dissolversi, a perdere contorno e definizione per evocare un universo emozionale. Il racconto resta come tessitura grafica e significante, lontana da uno specifico referente convenzionale. Al piombo del supporto, materia spenta, pesante e opaca, si contrappongono la luce dell’oro e la vitale intensità del rosso. L’opera documenta la coesistenza di correnti di affetti contrastanti, individuando un percorso alternante che promuove lo scambio interiore tra regioni mentali rigorose e astratte e livelli primitivi, arcaici e somatici di espressione.

Presentazione del numero “Sensorialità, Corporeità, Sessualità nel Gruppo”

di , ,

Raccontare i sogni come richiesta di contenimento: tre usi del sogno in terapia di gruppo

di

Note su sensorialità, corporeità, sessualità nel gruppo

di

Notazioni sul significato dell’abbigliamento nel gruppo

di

Il gruppo: specchio privilegiato per la persona

di

Esperienze cliniche «Gravidanza preziosa»: Il vissuto corporeo ed emotivo delle donne in gravidanza attraverso un’analisi qualitativa dei disegni

di , , ,

Una casa per il drago

di

Il corpo crea la testa: sensazioni, invenzioni e trasformazioni affettive in gruppi di bambini

di

Mente adolescente e neuroscienze

di ,

Corpo e immagini del corpo in un gruppo di adolescenti in ambito educativo

di

Il corpo in gruppo. Tra assenza e presenza

di , , , ,

Il salotto degli inquieti. L’esperienza dell’UNITRE di Vico Equense

di ,

La concretizzazione dell’esperienza. Il rapporto mente-corpo e i possibili processi trasformativi nella terapia gruppale

di

La corporeità nella comunicazione psicotica in una esperienza istituzionale di psicoterapia psicoanalitica di gruppo

di

“Ma il gruppo c’è?” Spunti di riflessione su un’esperienza analitica di gruppo con pazienti “complessi”

di ,

Empatia e intersoggettività nella psicoterapia di gruppo. Condivisione del dolore e neuroni specchio

di

Corpi in gioco. Corporeità e sensorialità nell’esperienza con i gruppi di formazione

di ,