N.18 - La malattia e il gruppo

La malattia di una persona e un gruppo inconsapevole di esserlo

Abstract

Riflettere su una storia clinica conclusasi felicemente, su una vicenda che, repentinamente ed inaspettatamente, ha restituito molto più di quanto c’era sembrato di aver messo in gioco, è senz’altro appassionante, ma voglio subito sgombrare il campo da ogni sospetto di voler fare della «psicosomatica selvaggia» (Ferro 2006), come si potrebbe inferire dal caso clinico che segue.

Le considerazioni che propongo sono relative al valore strutturante che un lavoro di gruppo ha avuto per la mente di tutti i partecipanti, paziente compreso; e sono anche relative alla particolarità di questo gruppo che, tranne parziali insight, non è mai riuscito a rappresentarsi come tale.

 

share

    Comments are closed.