N.30 - Il gruppo per le adozioni

La nascita della capacità di narrare

Abstract

Descrivo la comparsa della capacità di narrare nel caso di una bambina adottata con tratti autistici. Tale capacità è divenuta possibile, a mio parere, prima di tutto in seguito alla tardiva esperienza interna della continuità dell’esistere, strettamente connessa al vissuto di quegli involucri sensoriali usualmente forniti ai lattanti dalle cure materne primarie, che contribuiscono alla costruzione di un Sé corporeo. Nonostante il suo rifiuto di ogni genere di narrazione, i genitori adottivi hanno potuto raccontarle la sua vera storia, apparentemente da lei accettata senza problemi. Nella relazione psicoterapeutica ha potuto in seguito riconoscere ed elaborare la drammatica verità emotiva inconscia relativa a quella storia. E’ iniziata una nuova fase in cui, dopo sei anni di trattamento, ha appreso a narrare della sua vita reale e delle sue nuove relazioni pre-adolescenziali

Download dell’articolo in PDF
11_SusannaMesseca

share

    Comments are closed.