N.39 - La costruzione della comunità terapeutica. Un caso di ingegneria terapeutica

Le strutture portanti della comunità terapeutica: la dialettica tra individuo e gruppo, tra organizzazione clinica e vita quotidiana

Abstract

Il contributo esprime una visione generale, scaturita soprattutto dalla conoscenza delle comunità del network di “Mito&Realtà” e delinea le strutture portanti dell’architettura comunitaria, mettendo in risalto l’impianto di base e le articolazioni interne che fanno funzionare l’insieme per realizzare quelle finalità cliniche, riabilitative e sociali che costituiscono la sua mission. La CT è presentata come organismo complesso e percorso di cura definito nello spazio e nel tempo, che si sviluppa in un momento iniziale di accoglienza (come periodo di prova, processo di valutazione e contratto terapeutico riabilitativo), in interventi individuali, gruppali (assemblea, riunioni, varie tipologie di gruppi) e interventi con i familiari: una fase di inserimento, attaccamento e avvio al distacco con l’inserimento nella rete sociale. Grande rilevanza è data alla quotidianità e al clima come sfondo operante di integrazione e trasformazione, a partire dai risultati della letteratura internazionale e dai recenti studi dell’Infant Research sui processi di sintonizzazione, rottura e riparazione.

Download dell’articolo in PDF
strutture-portanti

share

    Comments are closed.