N.38 - Adolescenti, gruppo e nuove rappresentazioni al tempo di internet

Restare connessi. L’uso del videogioco nella terapia con gli adolescenti

Abstract

L’articolo cerca di mettere in luce in che modo l’uso occasionale del videogioco nelle sedute di psicoanalisi con gli adolescenti possa diventare uno strumento utile per la condivisione in seduta dell’esperienza adolescenziale. La relazione analitica con gli adolescenti viene mostrata nelle sue peculiarità e in particolare viene sottolineata la necessità di condividere con gli adolescenti l’esperienza analitica – terreno di allenamento per la vita – con un’attitudine meno “interpretativa” e basata maggiormente sulla curiosità e l’ascolto. Si cerca di chiarire il senso del termine “esperienza” per l’adolescente e all’interno della relazione analitica. Il videogioco, che oggi è uno strumento ampiamente usato dalle giovani generazioni, può avere una funzione distonica con rischio di dipendenza e confusione, ma anche una sintonica e può persino diventare uno degli strumenti di scambio e di comunicazione analitica.

download pdf
Carignani

share

    Comments are closed.