Chiara Matera

è psicologa e psicoterapeuta in formazione presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica della Sapienza. Ha studiato presso la Scuola Internazionale di Teatro di Roma, perfezionando le sue conoscenze nell’ambito dell’arteterapia con un Master sull’utilizzo dei mediatori artistici nella relazione d’aiuto. Segue i gruppi di Psicoanalisi Multifamiliare dal 2015 presso il Dsm di Monte Tomatico (con Andrea Narracci). Ha osservato anche i Gruppi di Bilbao (con Norberto Mascarò) e quelli di Buenos Aires (con Maria Elisa Mitre).

is a psychologist and psychotherapist in training at the School of Specialization in Clinical Psychology of University of Sapienza, Rome. She studied at the International School of Theatre in Rome, perfecting her knowledge in the field of art therapy with a Master on the use of artistic mediators in helping relationships. She has been following the Multifamily Psychoanalysis groups since 2015 at the Dsm of Monte Tomatico (with Andrea Narracci). She also observed the groups of Bilbao (with Norberto Mascarò) and those of Buenos Aires (with Maria Elisa Miter).

E-mail: c_matera@libero.it

Tutte le pubblicazioni dell'autore su Funzione Gamma / All publications of the author on Funzione Gamma

The “Mente Ampliada” as a living body of the Multifamily Psychoanalysis Group

di | Pubblicato in N.47 - Polyphony of the body in psychoanalysis. The body in psychoanalytic research. New pathologies and psychoanalytic clinic | Contrassegnato , , , ,

Abstract Between the two references of Peter Brook (1968), in which this reflection on the body of and in the group begins and ends, there is that empty, creative space, indispensable in the theatre as in the work of the … Continua a leggere

La “Mente Ampliada” come corpo vivo del Gruppo di Psicoanalisi Multifamiliare

di | Pubblicato in N.47 - Polifonia del corpo in psicoanalisi. Il corpo nella ricerca psicoanalitica. Nuove patologie e clinica psicoanalitica | Contrassegnato , , , ,

Abstract Tra i due riferimenti di Peter Brook (1968), con cui inizia e si conclude questa riflessione sul corpo del e nel gruppo, c’è quello spazio vuoto, creativo, indispensabile nel teatro come nel lavoro del Gruppo di Psicoanalisi Multifamiliare. Sullo … Continua a leggere