Katarzyna Prot-Klinger

è Psichiatra, e Gruppoanalista (IGA, Istituto di Gruppo Analisi di Varsavia). E’ Professore presso l’Università Maria Grzegorzewska, Varsavia. La sua area specifica di interesse concerne le conseguenze psicologiche degli eventi traumatici nella comunità psichiatrica, E’ autrice di molti articoli in questo settore; la monografia “Vita dopo l’Olocausto” descrive gli effetti del trauma dell’Olocaustp ed è basata sulle interviste ai Sopravvissuti dalla Polonia e dalla Romania. Per molti anni ha condotto terapie individuali e di gruppo con Sopravvissuti di Olocausto e i loro figli.

MD, PHD is a psychiatrist and psychotherapist (group analyst from the Institute of Group Analysis, Warsaw), professor at the Maria Grzegorzewska University in Warsaw. Her special areas of interest are community psychiatry and psychological consequences of traumatic events. She is the author of many articles related to this subject, the monograph “Life After the Holocaust”, in which describes the effects of the trauma of the Holocaust based on interviews with Survivors from Poland and Romania. For many years, she conducts individual and group therapy of Holocaust Survivors and their children.

Email: kasiaprot@gmail.com

Tutte le pubblicazioni dell'autore su Funzione Gamma / All publications of the author on Funzione Gamma

Separately or together? Homogeneous or heterogeneous groups in the context of countertransference. A commentary on the paper by Maciej Zbyszewski entitled “War Trauma Dialectic”

di | Pubblicato in N.42 - Trauma and Group. Working with homogeneity and differences | Contrassegnato , , , ,

Abstract This article is a commentary on the paper by Maciej Zbyszewski concerning his work with soldiers who returning from war missions. My work with Holocaust survivors and consequences of working with homogeneous groups are discussed in the context of … Continua a leggere

Razem czy osobno? Grupy homogenne czy heterogenne w kontekście przeciwprzeniesienia. Komentarz do referatu Macieja Zbyszewskiego “Dialektyka traumy wojennej”

di | Pubblicato in N.42 - Trauma i grupa. Praca w grupach z jednorodnością i różnicami

Referat Maciej Zbyszewskiego rozpoczyna niezwykle przejmujący opis doświadczenia z pola walki. Umierający żołnierz zwraca się do Biona z prośbą o napisanie listu do matki. Powtarza swoją prośbę, w oryginalnej wersji Biona (1) podaje swój adres, wielokrotnie też powtarza “mamo, mamo”. … Continua a leggere

Insieme o separati?
 I gruppi omogenei o eterogenei nel contesto del controtransfert – Commento alla relazione “Dialettica del trauma di guerra” di Maciej Zbyszewski

di | Pubblicato in N.42 - Trauma e Gruppo. Lavorare in gruppo con le omogeneità e le differenze | Contrassegnato , , , ,

Abstract L’autrice descrive i fattori utili, specie nelle fasi iniziali di un gruppo omogeneo con veterani di guerra e vittime di Olocausto e sopravvissuti, come la condivisione della storia traumatica, che restituisce l’uscita dall’isolamento e il riconoscimento di sé e … Continua a leggere