Marie France Castarède

Dopo la sua tesi di stato con Didier Anzieu nel 1984, Marie-France Castarède scrive La voix et ses sortilèges (La voce e i suoi incantesimi) (Parigi, Les Belles Lettres, 1987) dove sviluppa le sue idee su Freud e la musica, sulla voce, in particolare attraverso le relazioni tra madre e figlio, sulle forme culturali del canto e sulla voce nella cura psicoanalitica.

Nello stesso periodo, lavorava presso il Alfred Binet Center con Serge Lebovici ed è diventata una terapista per bambini e adolescenti e membro del SPP e psicoanalista per adulti. Fa parte inoltre come dilettante del coro dell’orchestra di Parigi creato nel 1976 da Daniel Barenboïm e Arthur Oldham e scrive un libro Chantons en choeur (Cantiamo in coro) (Parigi, Les Belles Lettres, 2012), presentato dal direttore d’Orchestra italiano, Carlo Maria Giulini; l’esperienza fu interrotta dalla morte di Arthur Oldham nel 2002. Ha continuato a cantare nel coro di Hugues Reiner.

Marie-France Castarède è attualmente professore onorario di Psicopatologia e psicoanalista onorario all’SPP (Société Psychanalytique de Paris).

After her state dissertation with Didier Anzieu in 1984, Marie-France Castarède writes La voix et ses sortilèges, (The voice and its spells) (Paris, Les Belles Lettres, 1987) where she talks about her ideas on Freud and music, on the voice, in particular through the relationships between mother and child, on the cultural forms of singing and on the voice in psychoanalytic care.

During the same period, she worked at the Alfred Binet Center with Serge Lebovici and became a therapist for children and adolescents and a member of the SPP and adult psychoanalyst. She is also an amateur part of the Paris orchestra choir created in 1976 by Daniel Barenboïm and Arthur Oldham and writes a book Chantons en choeur (Let’s sing in chorus) (Paris, Les Belles Lettres, 2012), presented by the conductor Italian orchestra, Carlo Maria Giulini; the experience was interrupted by the death of Arthur Oldham in 2002. She continued to sing in the choir of Hugues Reiner.

Marie-France Castarède is currently an honorary professor of psychopathology and an honorary psychoanalyst at the SPP (Société Psychanalytique de Paris).

 

Email : marie.france.castarede@gmail.com

Tutte le pubblicazioni dell'autore su Funzione Gamma / All publications of the author on Funzione Gamma

Musique et Psychanalyse

di | Pubblicato in N46 - La musique, le groupe et l’inconscient | Contrassegnato , , , ,

Abstract L’attitude de Freud à l’égard de la musique fut très ambivalente. Pour lui, le risque avec la musique était de perdre la maîtrise rationnelle qu’il s’était fixé comme objectif. Après la lecture critique de son oeuvre, les psychanalystes se … Continua a leggere

Music and Psychoanalysis

di | Pubblicato in N.46 - Music, Group and the Unconscious | Contrassegnato , , ,

Abstract Freud’s attitude towards music was very ambivalent. For him the risk was, with the music of losing rational control that he had set himself as purpose. After a critical reading of his work, psychoanalysts have examined the links between … Continua a leggere

“La vita senza musica è solo un errore, un lavoro estenuante, un esilio.” (Lettera di F. Nietzsche a P.Gast del 15-1-1888)

di | Pubblicato in N.46 - La musica, il gruppo e l’inconscio | Contrassegnato , , , ,

Abstract L’atteggiamento di Freud nei confronti della musica era molto ambivalente. Per lui il rischio era, con la musica di perdere il controllo razionale che si era prefigurato come obiettivo. Dopo una lettura critica del suo lavoro, gli psicoanalisti hanno … Continua a leggere