N.26 - Sensorialità, Corporeità, Sessualità nel Gruppo

Il gruppo: specchio privilegiato per la persona

Abstract

Dopo una sintetica rivisitazione del rapporto psiche-soma nel mondo occidentale, si analizza il rapporto fra Amore ed Eros nella relazione fra uomo e donna, fino a trattare il momento procreativo. Si evidenzia come l’attesa di un figlio, la gravidanza, il parto, abbiano nel momento storico attuale delle conseguenze complesse con ricadute problematiche per il rapporto di coppia diverse da quelle delle generazioni precedenti. Particolare attenzione, grazie agli esempi clinici, viene data alla procreazione medicalmente assistita e alla ricaduta negativa che questa esperienza spesso provoca nella coppia genitoriale. Si auspica la costituzione di gruppi omogenei, rispetto al tema della procreazione assistita, in modo da rendere condivisibili,  parlabili e affrontabili i microtraumi che i futuri genitori dovranno affrontare. Lavorare con queste coppie permetterà di mettere ulteriormente in luce quelle problematiche che, in maniera meno esplicita, sono presenti in ogni coppia quando si affronta l’ipotesi e poi il progetto di diventare genitori. Il gruppo diverrà quell’ambito protetto in cui uomini e donne saranno stimolati e sostenuti a comunicare fra di loro. Ambito in cui sarà possibile accogliere la ricaduta emotiva di eventi corporei in situazioni in cui il corpo e  la psiche erano stati privati di parole. Quanto affermato però può essere percorso nel senso inverso: non solo quindi dal corpo alla psiche ma anche dalla psiche al corpo. Nel lavoro di gruppo infatti diviene possibile  comprendere la ricaduta  sul corpo  del “malessere mentale”, dal momento che l’essere umano è la risultante del suo essere un tutt’uno in cui psiche e soma interagiscono fra di loro con reciproci influenzamenti.  Il setting gruppoanalitico  stimola dunque in modo profondo movimenti integrativi fra aspetti somatici e psichici fino a poter diventare uno specchio privilegiato per l’essere umano inteso come “persona” nella sua interezza.

 

Condividi questo articolo